FANDOM


Inferno in diretta
Inferno in diretta
Scene del film.
Titolo originale: Cut and run
Lingua originale: {{{linguaoriginale}}}
Paese: Italia
Anno: 1985
Durata: 90 min
Colore: colore
Audio: sonoro
Rapporto: {{{ratio}}}
Genere: azione
Regia: Ruggero Deodato
Soggetto:
Sceneggiatura: Cesare Frugoni, Dardano Sacchetti, Luciano Vincenzoni
Produttore: {{{nomeproduttore}}}
Produttore esecutivo: {{{produttoreesecutivo}}}
Produttore associato: {{{produttoreassociato}}}
Casa di produzione: {{{casaproduzione}}}
Distribuzione (Italia): {{{distribuzioneitalia}}}
Storyboard: {{{nomestoryboard}}}
Art director: {{{nomeartdirector}}}
Character design: {{{nomecharacterdesign}}}
Mecha design: {{{nomemechadesign}}}
Animatori: {{{nomeanimatore}}}
  • Leonard Mann : Mark
  • Lisa Blount : Francesca
  • Valentina Forte: Ana
  • Richard Lynch : colonnello Brian Horne
  • Luca Barbareschi :
  • Gabriele Tinti:
  • Eriq La Salle :
{{{nomedoppiatorioriginali}}}
{{{nomedoppiatoriitaliani}}}
Episodi:
Fotografia: Alberto Spagnoli
Montaggio: Mauro Morra
Effetti speciali:
Musiche: Claudio Simonetti
Tema musicale: {{{temamusicale}}}
Scenografia:
Costumi: {{{nomecostumista}}}
Trucco: {{{nometruccatore}}}
Sfondi: {{{nomesfondo}}}
Prequel: {{{nomeprequel}}}
Sequel: {{{nomesequel}}}
Si invita a seguire le linee guida del Progetto Film


Inferno in diretta è un film del 1985, diretto da Ruggero Deodato.

Il film chiude la cosiddetta trilogia dei cannibali di Deodato, anche se è prettamente un film d'azione e non sono presenti cannibali.

Dopo Cannibal Holocaust anche qui Deodato critica i mass media che sono alla ricerca dello scoop sensazionale, in più mostra come nella giungla amazzonica imperino i narcotrafficanti.

Deodato già dall'inizio mostra il carattere cinico dei giornalisti. Infatti dopo un incipit agghiacciante in cui vediamo gli uomini del colonnello fare strage di alcuni narcotrafficanti la scena si trasferisce a Miami, dove i giornalisti entrano nella casa di alcuni narcotrafficanti che sono stati barbaramente uccisi. La loro telecamera si sofferma sui particolari della strage, come teste mozzate, coltelli infissi nelle gambe e braccia squartate.

Tra gli attori da segnalare la prova di Michael Berryman, già visto in Le colline hanno gli occhi di Wes Craven.

Trama Modifica

Una giornalista e il suo operatore sono diretti in Guayana, alla ricerca di Tommy, il figlio del direttore dell'emittente televisiva. Scopo del loro viaggio è intervistare il colonnello Brian Horne, un santone che ha messo su un esercito di indios per sterminare i narcotrafficanti. I reporter riprendono i massacri compiuti dal colonnello, fino all'intervista...